Verbale n. 4/2015

08.04.2015 22:20

Vevale 4/2014UNITA’ PASTORALE “CRISTO ACQUA VIVA”

Parrocchie di S. Barnaba Bondo, - S. Andrea Breguzzo, - S. Michele Lardaro -S. Stefano Roncone

 

Verbale n. 4/2015

 

Relativo alla riunione del Consiglio Pastorale Parrocchiale Bondo - Breguzzo - Lardaro - Roncone tenutosi il giorno 08 aprile 2015 - ad ore 20.30 - a Roncone, come da regolare avviso di convocazione.

Assenti giustificati: Bonazza Andrea, Costantini Giorgio e Ferrari Fulgida.

Presiede don Celestino, verbalizza la segretaria Manni Gloria.

Constatata la validità della riunione, don Celestino - ringraziati i presenti - dichiara aperta la seduta, invitando il Consiglio ad assumere le deliberazioni inerenti l'O.d.G.

Momento di riflessione e preghiera:

Si legge la Lettera di S. Paolo apostolo ai Colossesi (3,1-4). … Se siete risorti… il “se” è retorico, è usato per ribadire che si è risorti diventando cristiani con il battesimo. Ciò significa che siamo chiamati a cercare le cose di lassù, non quelle terrene. Le “cose” da cercare sono il bene che sconfigge il male, la luce che disperde le tenebre. Il nostro compito è impegnarci per portare il bene, vivere la vita cristiana con la forza che ci da Dio, che ci spinge a vivere il Vangelo. Chiediamo al Signore che ci dia la forza per vivere nel suo nome e nel suo amore. Si legge tutti assieme il Salmo e la colletta.

Diponibilità di concedere in comodato gratuito ai profughi la casa “don Santo Amistadi:

Il comitato che tiene i contatti con la curia per il tema dei profughi, riassume quanto è stato detto in un incontro telefonico. Si è parlato con Roberto Giuliani, rappresentante della fondazione Tschiderer, la quale si è resa disponibile a valutare l’ipotesi di cedere in gestione la casa di “don Santo Amistadi”. Chiaramente necessita un incontro per accordarsi sulla modalità, (comodato d’uso), della gestione e dell’uso che ne sarà fatto. È un dato di fatto che parte della nostra economia vive grazie al lavoro degli stranieri: badanti, salariati che fanno lavori che gli Italiani non vogliono più fare, es. agricoltura, stagioni negli alberghi, operai in settori ad alto rischio salute. Serve distinguere 3 tipi di stranieri che arrivano nei nostri Paesi: quelli che arrivano per lavorare, i clandestini che scappano dalla povertà e che lavorano in nero e, i profughi che vivono situazioni di pericolo di vita nel loro Stato e che arrivano tramite i centri di raccolta. Per meglio capire la realtà odierna dei profughi, il Consiglio visiona 3 video di profughi di paesi diversi, Ucraini che scappano e si rifugiano in Ungheria, Iracheni e Giordani che scappano perché cristiani e, una famiglia cristiana irachena in Francia. Sono video forti, che ti fanno pensare. Papa Francesco afferma che la III Guerra Mondiale è già in atto da tempo, non ce ne accorgiamo perché è fatta a pezzi, colpisce indifferentemente cristiani e mussulmani. Anche in passato Roncone ha ospitato una famiglia che si è integrata, forse anche oggi è meglio pensare a numeri bassi, se si deciderà di ospitare profughi. La gente ha paura, si pensa sempre che possa arrivare il mussulmano delinquente; serve ascoltare anche l’opinione dei nostri politici, non dobbiamo sentirci obbligati solo noi. Si chiederà un incontro formale per avere nero su bianco quanto detto solo per telefono. Il Consiglio esprime le proprie opinioni in merito a questo tema: paura ad ospitare per il momento di crisi, come fare ad integrarli per via della lingua, della mancanza di lavoro. C’è chi non vuole portare avanti questo progetto. Una cosa è ciò che dice il cuore che vorrebbe aprire le porte, un’altra è la testa che fa dire tanti però. Serve anche essere formati in tale ambito, avere informazioni da persone che conoscono il problema. Il Consiglio decide di fare una serata informativa il 06 maggio invitando anche i sindaci con alcuni rappresentanti provinciali e un profugo che racconti la sua storia.

Non possiamo essere ingenui vivendo nel nostro piccolo mondo quasi perfetto ma, nemmeno non rispondere al problema, se rispondiamo è perché crediamo nel Vangelo che ha preferenza per i poveri.

Varie ed eventuali:

-          Don Bruno Armanini festeggia 50 anni di sacerdozio, sabato 02 maggio celebrerà la S. messa a Lardaro.

-          Durante le celebrazioni della settimana Santa, si è sentito uno spirito diverso, segno di comunione, non si è sentita la fatica a spostarsi e, a Pasqua le chiese erano piene di fedeli.

-          Quest’estate avremo 2 missionari tra noi, padre Guido e padre Alessandro.

 

Esauriti gli argomenti all'O.d.G., la seduta è conclusa alle ore 22.20.

 

Roncone, 08 aprile 2015                                                                                                           Segreteria

   - Gloria Manni -