Verbale riunione

14.11.2012 20:30

 

CONSIGLIO PASTORALE INTERPARROCCHIALE

Parrocchie di S. Barnaba Bondo, – S. Andrea Breguzzo, - S. Michele Lardaro –S. Stefano Roncone

Verbale n. 7/2012

Relativo alla riunione del Consiglio Pastorale Parrocchiale Bondo – Breguzzo – Lardaro - Roncone tenutosi il giorno 14 novembre 2012 – ad ore 20.30 – presso la canonica di Breguzzo, come da regolare avviso di convocazione.

Assenti giustificati: Bonazza Andrea, Costantini Giorgio e Zanotti Silvana.

Presiede don Celestino, verbalizza la segretaria Manni Gloria.

Constatata la validità della riunione, don Celestino – ringraziati i presenti – dichiara aperta la seduta, invitando il Consiglio ad assumere le deliberazioni inerenti l’O.d.G.

  1. Momento di riflessione e preghiera:

Si legge dal Vangelo secondo Marco: (12,38-44): Gesù osserva seduto, è forse l’unica volta che non è protagonista della storia e interpreta ciò che accade. Una povera donna si reca al tempio e dona tutto ciò che ha, 2 monete, un valore irrisorio anche per quei tempi, mentre gli altri offrono molto di più rispetto a lei, ma pur sempre parte del superfluo; probabilmente anche queste persone ricche sono veri credenti, ma Gesù predilige chi dona anche ciò che non ha, perché il seme gettato dai poveri, darà i frutti migliori, nell’ottica del Regno dei Cieli. È partendo dal basso che si cambiano le cose, agli occhi di Dio sono le persone semplici che portano avanti la Sua Parola, nei piccoli gesti di ogni giorno, come ad esempio nel dare conforto.

  1. Preparazione per l’arrivo di don Lauro Tisi:

Come Consiglio Interparrocchiale siamo pronti all’unità pastorale? Cosa comporta ufficializzare? Significa congiungere alcune procedure burocratiche dove è possibile tranne per i consigli economici che devono essere separati, unire alcune attività preparatorie come la catechesi, momenti coma la Comunione anche se non è la cosa più importante. L’obiettivo primario è camminare insieme, far nascere una sensibilità di una realtà più ampia. È necessario maturare per creare la condizione di sentirci un’unica chiesa. Far parte di un’unità pastorale, significa avere un senso diverso di appartenenza, usare al meglio le scarse risorse di cui disponiamo, (parroci), per rispondere alle esigenze dei parrocchiani.

Qual è la territorialità dell’unità pastorale? Nella nostra zona non si pone il problema delle Pievi, per la conformità del territorio, esiste già una certa unitarietà; forse l’unità è solo il punto finale che ufficializza ciò che già stiamo facendo. I problemi si affronteranno man mano, come abbiamo sempre fatto, è giusto avere uno sguardo al futuro, cercando di agire sempre con spiritualità.

 

Proposta: a livello decanale, l’Osservatorio Socio Pastorale Diocesano, osserva le parrocchie per far emergere eventuali problemi, avvenimenti positivi, e da una prospettiva esterna, trovare risorse positive che non si sapeva di avere a disposizione. Due tirocinanti di sociologia, verrebbero a fare una lettura dall’esterno delle nostre quattro parrocchie di tipo qualitativo, per avere una prospettiva e una visione di noi diversa. Magari fare un incontro iniziale con tutto il Consiglio e poi 3-4 persone parleranno con loro. Il Consiglio accetta la proposta.

  1. Varie ed eventuali:

Il rinnovo delle promesse delle Suore Operaie di Fontanedo sarà sabato 29 dicembre.

Il 30 dicembre sarà celebrata la festa della Sacra Famiglia con la partecipazione alla messa delle coppie che festeggiano gli anniversari dei 5-10-15 ecc.anni.

 

Esauriti gli argomenti all’O.d.G., la seduta è conclusa alle ore 23.20.

 

Roncone, 14 novembre 2012                                                                                               Segreteria

   - Gloria Manni -